Generazione C

"UN RAZZISTA UCCIDE PRIMA DI TUTTO SE STESSO!" LE TOCCANTI DICHIARAZIONI DI LEATICIA

 13.3.2018 razz

"UN RAZZISTA UCCIDE PRIMA DI TUTTO SE STESSO!" LE TOCCANTI DICHIARAZIONI DI LEATICIA

Oggi in Generazione C abbiamo raccontato del bellissimo articolo di Leaticia Ouedraogo, 20 anni, originaria del Burkina Faso, studentessa di lingue al Collegio internazionale di Ca' Foscari, scritto sul blog Linea 20 dopo aver saputo di una bruttissima scritta nel bagno della sua università, scritta che inneggia a Luca Traini, autore della strage di Macerata, dove sono rimasti feriti, per motivi razziali, sei ragazzi di colore.

150727314 0ad69cc0 f353 4e62 b1b7 f78b24c977e5

Arrivata in Italia a 11 anni, a Bergamo insieme alla madre per raggiungere il padre, la sua arma per difendersi dal razzismo, racconta la ragazza, che da due anni vive a Venezia, è sempre stata l'ironia. "In qualche modo mi ha reso immune al razzismo", ma la scritta "Uccidiamoli tutti" è stata come uno schiaffo, dice la ragazza, che oggi abbiamo intervistato per avere un ulteriore commento sull'accaduto e sul suo articolo.

Ecco le sue dichiarazioni:

"Io mi rendo conto che sono pensieri che non hanno consistenza. Sono pensieri infondati. Il fatto che qualcuno possa credere in qualcosa di così orribile mi spaventa molto. Mi riesce difficile pensare che un giovane ragazzo come me abbia questo in testa. E a dire il vero mi mette anche molto tristezza, perché sinceramente credo che gli hanno rubato la sua libertà intellettuale." E poi continua: "Se avessi modo di parlargli vorrei dirgli: vuoi toccarmi? Guarda che io non mordo! Farei come i bambini quando hanno paura del cane, e quindi glielo fai toccare per fargli capire che in realtà è buono. Sarei disposta ad avvicinarmi in modo cauto e pacato. Gli direi: "Guarda, non ti faccio niente! Se mi uccidessi davvero non fare nulla - muiono molte persone ogni giorno nel mondo - ma se fai questo uccidi prima di tutto te stesso."


android
apple
facebook
twitter
youtube
frequenze

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.